- THE FOOD OF LOVE

“If Music be the Food of Love, Play On”.

William Shakespeare, The Twelfth Night / La Dodicesima Notte

 

Il 13, 14 e 15 maggio 2021 apre a Roma L’Atelier, un inedito spazio per l’arte contemporanea nel cuore dei Parioli, sede romana e project room di Beatrice Burati Anderson Art Space & Gallery aperta a Venezia nel 2017. Lo spazio, di indubbio charme, nasce nella prima metà del ‘900 come studio e dimora di Pilade Bertieri e costituisce l’attuale sede del suo Archivio, fondato dagli eredi e da Beatrice Burati Anderson che lo dirige e lo cura. 

Pilade Bertieri, pittore eccellente nato a Torino nel 1874, fu allievo di Tallone e Grosso, visse e lavorò a New York, Londra, Parigi, Firenze e Roma, fu amico di Giacomo Balla e Giuseppe Pellizza da Volpedo, di Carena e Casorati. Partecipò a innumerevoli Biennali di Venezia, fu Sociétaire de la Société Nationale des Beaux arts de Paris e selezionatore per i Salons. Ricevette numerose onorificenze per il proprio lavoro, e il suo talento di fine ritrattista lo rese amato e ricercato dalla high society americana ed europea. Tuttavia fu all’inizio ed alla fine della vita che egli espresse le tematiche più personali, indagando con sensibilità e stile unici quella che soleva definire “la Comédie Humaine”. 

Il suo Atelier riapre al pubblico dopo quasi 60 anni dalla sua scomparsa, accogliendo tre artisti contemporanei: Giovanni Rizzoli, Tristano di Robilant e Andrew Huston. La mostra di apertura, “THE FOOD OF LOVE”, a cura di Bruno Corà,  vede come tema unificante la Musica come essenza dell’incontro e metafora di armonia. I tre artisti invitati instaurano con lo spazio, e tra di loro, una consonanza fatta di rimandi anche inattesi. 

Giovanni Rizzoli (Venezia, 1963) artista di cultura profondissima e vasta visione, da sempre antesignano di forme e significati, si esprime fin dall’infanzia con varietà di linguaggi, dalla poesia, alla pittura e al disegno, ma è specialmente in ambito scultoreo che dà vita ad opere iconiche, nel contempo potentissime e sensibili. Durante la sua carriera artistica il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive tra cui Biennale di Venezia dAPERTuttO a cura di Harald Szeemann (1999). Tristano di Robilant (London, 1964) è uno scultore-poeta che crea forme elementari e seducenti quasi appartenessero alla terra senza il male, a un mondo privo di peccato. Ha esposto in importanti gallerie e musei e ha pubblicato un libro di poesie. Le sue opere sono presenti in importanti collezioni in Italia e all’estero. Andrew Huston (Watford UK, 1968) è un artista Americano-Australiano-Inglese. Porta con sé un vissuto molto vario e complesso. La sua pittura non narra ed ha il merito di presentare se stessa senza bisogno di spiegazioni e ci appare in tutta la sua algida purezza come può apparirci un lago in montagna o come riflesso di una laguna di Venezia che è diventata la sua grande ispiratrice negli ultimi anni.

La Musica, nelle sue variazioni, come nutrimento e augurio per le future collaborazioni tra artisti.

Opere

Vogalonga -

Stone Song -

Palude di San Giacomo (Refractions) -

Soldato Innamorato -

Rapsodia in Nero -

San Nicolò (Refractions) -

ARTISTI

Tristano di Robilant

Tristano di Robilant nato a Londra nel 1964 è cresciuto tra l’Italia e l’Inghilterra. Si è Laureato presso la University of California Santa Cruz, dove ha seguito le lezioni del critico e storico dell’architettura Reyner Banham (1922- 1988), subendone l’influsso.
La sua prima mostra personale si è tenuta alla Holly Solomon Gallery di New York. In seguito l’artista ha collaborato con il gallerista e curatore Lance Fung a una serie di sculture Domestic Temples, oggi parte della Sol Lewitt collection.
Le sue opere sono state esibite in numerose occasioni sia in Europa che negli Stati Uniti; tra le altre si ricordano la galleria Annina Nosei e The National Exemplar Gallery di New York, la Galleria Bonomo di Roma e Bari, e le gallerie Faggionato e Tristan Hoare di Londra.

Scopri di più
Andrew Huston

Andrew Huston, nato in Regno Unito, è un artista Americano/Australiano/Inglese. Dopo vent’anni a New York, dove ha avuto uno studio a Greenpoint, Brooklyn, si è trasferito a Venezia, in Italia, nel 2017 dove attualmente vive e lavora.
Huston ha completato la sua laurea triennale alla Parson School of Design,
Parigi, Francia, e ha ottenuto la laurea magistrale in Pittura al Sydney College of Art a Sydney, in Australia.

Scopri di più
Giovanni Rizzoli

Giovanni Rizzoli è nato Venezia nel 1963; ha frequentato le scuole a Venezia fino al primo anno di liceo classico, a partire dai 14 anni ha trascorso l’adolescenza tra il Canada e la Svizzera. Tra il 1984 e il 1985 ha frequentato il Works of Art Course di Sotheby’s a Londra, l’Architectural Association e la City and Guilds di Londra tra il 1985 e il 1987. Nel 1988 ha seguito un corso di pittura giapponese tradizionale a New York, città che lo ha fatto entrare in contatto con artisti tra i quali Not Vital, Saint Calir Cemin, Salvatore Scarpitta e Louise Bourgeois, a cui Rizzoli è stato legato da un lungo sodalizio. In seguito si è laureato in Storia dell’Arte Medioevale all’Università Ca’ Foscari in Venezia e ha insegnato presso la New York University nelle sedi di Venezia e New York.

Scopri di più