- La Galleria

Situata nel cuore di Venezia ad un passo da Campo San Polo, nella splendida trecentesca Corte Petriana, Beatrice Burati Anderson Art Space & Gallery nasce il 10 maggio 2017 per volontà di Beatrice Burati Anderson, storica dell’arte e curatrice, con la mostra collettiva “Et in Terra” e la performance “Earth Exchange” di Gianfranco Baruchello. I 200mq dello spazio, decisamente non un white cube, si sviluppano all’interno di un antico magazzino con due porte d’acqua sul Rio de la Madoneta, a pochi metri dal Canal Grande, che mantiene intatti le tracce e il fascino del passato. Pur trovandosi sul più frequentato tragitto turistico della città, quello che da Piazzale Roma porta a Rialto, rappresenta un’inaspettata quanto incantevole e nascosta oasi di pace e silenzio. È una galleria di ricerca che lavora con artisti italiani ed internazionali di diverse generazioni e culture, con un accento anche sulle dimensioni installative e performative, e che promuove, oltre alla stretta relazione con il territorio, lo sviluppo di tematiche etiche e la relazione tra arte e scienza.

Mostra in corso

SPRING BOX #01

23/10/2021 - 11/12/2021

SPRING BOX #01 è l’episodio pilota, curato da Margherita Morgantin, che inaugura una nuova linea espositiva della galleria, specificamente dedicata ad artiste e artisti emergenti. Izabela Bardhoshi e Tatiana Stropkaiová si sono diplomate all’Accademia di Belle Arti L’Aquila. Nel percorso espositivo la loro ricerca è accomunata dalla quasi totale assenza di immagini: le due artiste lavorano sul suono, l’aria, le sostanze della natura, la scrittura e la voce. Entrambe sono parte del collettivo WRG, che si è formato nel contesto dell’Accademia di Belle Arti L’Aquila e si sta consolidando ed evolvendo altrove. All’interno della mostra il contributo di Margherita Morgantin non si limita alla curatela. Mentre Ca’ Pesaro le dedica la personale DAMA LIBRE (25 settembre - 7 novembre, 2021), in occasione dell’acquisizione di VIP = Violation of the Pauli exclusion principle SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA, l’artista presenta COSMIC SILENCE 3, Fluorescence 2 nella nuova galleria di Beatrice Burati Anderson, a due passi da Campo San Polo. L’opera è parte del progetto installativo e performativo COSMIC SILENCE (Fluorescence), realizzato presso il Serralves Museu de Arte Contemporanea di Porto nel contesto di O Museu como Performance. COSMIC SILENCE nasce a sua volta nell’ambito di VIP, il progetto di ricerca prodotto da Xing e realizzato grazie al sostegno di Italian Council 2020 in cui Morgantin approfondisce la relazione tra fisica subnucleare e astroparticellare, immaginazione artistica e sensibilità personale.

Scopri di più

- Ispirazioni

Esplosioni - Anita Sieff

I think I can see more distinctly through rain / Penso di poter vedere più distintamente attraverso la pioggia - Tristano di Robilant - HOPE!

momenti diversi del nostro tempo - Francesco Candeloro - HOPE!