LA GUIDA COMPLETA AD ARTISSIMA 2021

LA GUIDA COMPLETA AD ARTISSIMA 2021

Rivista Elle Decor

di Elisabetta Donati De Conti

Artissima è la fiera di arte contemporanea più importante che c’è in Italia, e questa edizione sembra confermarlo in maniera ancora più amplificata: le gallerie hanno portato molte opere, tanti artisti importanti e altrettanti emergenti da proporre con orgoglio e audacia sul mercato.

Alla galleria di Beatrice Burati Anderson l’allestimento è minimal: ci sono due maniche a vento, di cui una damascata, un piccolo proiettore e alcune vasche di alluminio che contengono dei fogli A4 con disegnati alcuni temi natali. Si tratta dei lavori di Margherita Morgantin, artista concettuale che lavora al limite tra scienza, filosofia e spiritualità e che mescola questi aspetti differenti in una ricerca di un anno e mezzo – contenuta anche nel libro edito da Nottetempo “Sotto la Montagna Sopra la Montagna”. Morgantin ha passato molto tempo nei laboratori di fisica nucleare che si trovano sotto il Gran Sasso, mentre in cima ha dato forma ad una performance di misurazione della velocità del vento. Nel suo intento di restituzione del contenuto, sotto la montagna le ricerche scientifiche a un certo punto di sbloccano rivelando il valore dell’ignoto, mentre sopra si trova la dimensione più spirituale e magica in cui le maniche a vento rendono visibile qualcosa che non è visibile, registrando l’energia dell’aria.

ARTISSIMA 2021: COME PRIMA, PIÙ DI PRIMA

ARTISSIMA 2021: COME PRIMA, PIÙ DI PRIMA

blog Collezione da Tiffany

di Lucia Longhi

Artissima ha finalmente riaperto le porte al pubblico dell’arte contemporanea per la sua 28esima edizione, con 155 gallerie provenienti da 37 Paesi e sotto la direzione di Ilaria Bonacossa.
Seguendo un approccio fortemente curatoriale, tratto che contraddistingue Artissima ormai da diversi anni, anche quest’anno la fiera propone un tema: Controtempo, termine mutuato dall’ambito musicale, che vuole sottolineare la capacità delle arti di “battere sugli accenti deboli trasformandoli in punti di forza”.

Molto interessante la presentazione di Beatrice Burati Anderson, con uno stand elegante che ospita due maniche da vento di Margherita Morgantin realizzate in collaborazione con Rubelli, un bellissimo esempio di collaborazione tra arte e impresa.

MARTA SFORNI ESPONE ALLA BEATRICE BURATI ANDERSON ART SPACE & GALLERY A VENEZIA

MARTA SFORNI ESPONE ALLA BEATRICE BURATI ANDERSON ART SPACE & GALLERY A VENEZIA

blog Edizioni NOUBS

di Massimo Pamio

Il nuovo spazio espositivo di Beatrice Burati Anderson è incomparabilmente suggestivo, forse uno dei più ammirevoli e commoventi del nostro paese. Per gli artisti mi pare luogo particolarmente ambito, ma anche estremamente insidioso, perché richiede talento, silenziosa umiltà, attenta cura a chi intenda occuparlo, onde raccoglierne l’implicita sfida di una competizione pacifica sulla bellezza, in cui la qualità del creativo si misuri e si temperi equilbrandosi nella magia dello spazio espositivo. Qui Era, Atena, Afrodite, gelose tra di loro, sembrano tornare in gara sulla bellezza, e Marta Sforni giuoca tutte le carte del divino per ambientare “la sua fragilità: la sua forza” in una galleria che sembra più immaginaria che reale, adatta per catturare la bellezza, e che è un piccolo tempio lantanocentrico volto a rendere visibile l’occulto.

The Venice Glass Week – Beatrice Burati Anderson Gallery – My Fragility, My Strength – Marta Sforni – Nataliya Chernakova

The Venice Glass Week – Beatrice Burati Anderson Gallery – My Fragility, My Strength – Marta Sforni – Nataliya Chernakova

by contessanally

“Your fargility is also your strength.”
Pina Bausch

Beatrice Burati Anderson Art Space and Gallery
My Fragility, My Strength
Marta Sforni – Nataliya Chernakova

In the context of The Venice Glass Week, Beatrice Burati Anderson Art Space and Gallery presented the exhibition – My Fragility, My Strength – until October 7 – inaugurating it’s new Venetian gallery in Calle della Madonna – San Polo 1976 in addition to the Corte Petriana Art Space. Two females, Marta Sforni and Nataliya Chernakova in dialogue on the provocatory theme of seduction, considered in its complementary aspects of both force and fragility, of which glass – whether it is blown, cast or painted – is the perfect metaphor. The title of the exhibition is a tribute to the famous Pina Bausch’s quote ” Your fragility is also your strength”.

Mostra personale di Margherita Morgantin a Ca’ Pesaro | DAMA LIBRE

Mostra personale di Margherita Morgantin a Ca’ Pesaro | DAMA LIBRE

DAMA LIBRE
Mostra personale di Margherita Morgantin
25 settembre – 7 novembre 2021
Venezia, Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Il progetto di Margherita Morgantin VIP = Violation of the Pauli exclusion principle SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA, prodotto e promosso da Xing e vincitore della VIII edizione – 2020 del prestigioso Italian Council, viene presentato al pubblico per la prima volta nella mostra DAMA LIBRE, in occasione dell’ingresso dell’opera nelle collezioni di Ca’ Pesaro.
L’opera VIP, risultato dell’intenso lavoro di ricerca svolto dall’artista tra il 2020 e il 2021, nasce dall’osservazione di immagini della fisica subnucleare e astroparticellare in relazione all’immaginazione artistica, alla sensibilità personale come forma di dato scientifico.

 

Luna et laguna, dipinti di Andrew Huston in squero a Venezia

Luna et laguna, dipinti di Andrew Huston in squero a Venezia

Un triangolo di luce, un raggio di sole veneziano, d’improvviso invade il campo blu di un dipinto di Andrew Huston, artista di origini inglesi da anni trapiantato in laguna, appeso all’aperto dello squero Tramontin, dietro le Zattere, in quell’area di confine tra terra ed acqua utile a mettere in secca per la manutenzione le gondole e le barche. Un bagliore, un gioco di luce che subito scompare, offrendo per un attimola visione del lavoro di un artista che nella trasparenza, nella luce, nell’astrazione geometrica, nel richiamo con la tradizione remiera lagunare, con quei sei mezzi globi bianchi ai due lati del quadro simili a quelle forme dipinte sui paioli delle barche, ha trovato ispirazione.

THE VENICE GLASS WEEK 2021

THE VENICE GLASS WEEK 2021

THE VENICE GLASS WEEK è il festival internazionale che la città di Venezia dedica all’arte vetraria, proponendo sia un programma di eventi – mostre, dimostrazioni, visite guidate -, sia speciali appuntamenti digitali che pongono al centro del dibattito internazionale la riflessione sul “fare” vetro, oggi. La quinta edizione dal titolo #VivaVetro! si terrà dal 4 al 12 settembre 2021. Beatrice Burati Anderson Art Space & Gallery è stata selezionata tra le gallerie che prenderanno parte all’iniziativa e, con l’occasione, verrà inaugurato il suo nuovo spazio espositivo in Calle della Madonna, San Polo 1976, Venezia.

MOUNTAIN SCENARIOS #7 | MARGHERITA MORGANTIN – Museo Nazionale della Montagna | CAI Torino

MOUNTAIN SCENARIOS #7 | MARGHERITA MORGANTIN – Museo Nazionale della Montagna | CAI Torino

La montagna è quella che vedevo all’orizzonte ogni giorno da quando insegno all’Accademia di Belle Arti di L’Aquila, è una presenza lontana e discreta sullo scenario urbano che fa sentire una forte energia, e i miei occhi si sono abituati a cercarla come riferimento e apertura dello sguardo, prima e dopo le giornate di lavoro.

Xing/Live Arts Week annunciano COSINUS (Venti cosmici), installazione di Margherita Morgantin

Xing/Live Arts Week annunciano COSINUS (Venti cosmici), installazione di Margherita Morgantin

Xing/Live Arts Week annunciano COSINUS (Venti cosmici), installazione di Margherita Morgantin che sarà presentata domenica 9 maggio alle h 17 presso gli Orti Comunali Boschetto Lungo Reno (Quartiere Barca), tra i main projects del programma di ART CITY BOLOGNA 2021 promosso dal Comune di Bologna nell’ambito di di BOLOGNA ESTATE.
L’installazione è una anticipazione della partecipazione di Margherita Morgantin alla prossima edizione di Live Arts Week che si svolgerà a giugno a Bologna sul Lungo Reno, ed è uno dei momenti di VIP = Violation of the Pauli exclusion principle, SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA, progetto vincitore della VIII edizione di Italian Council (2020), prodotto da Xing.